La scienza conferma: vivere con un animale da compagnia fa bene alla salute!

Aggiornato il: 16 nov 2019

Studi scientifici a livello internazionale hanno dimostrato ormai da tempo che la compagnia di un animale domestico ha effetti benefici fisici e psicologici su chi se ne prende cura.

I principali effetti sono: migliore qualità della vita, riduzione della sensazione di solitudine, di ansia e della depressione, aumento di autostima e interazione sociale sia di anziani che di bambini.

Ad esempio il cane all'interno di una famiglia è un “costruttore” di serenità perché genera atteggiamenti positivi, è compagno e amico, un vero e proprio “membro della famiglia".

Il cane può essere: educatore di bambini, compagno per gli anziani, promotore di attività fisica per chi ha bisogno di incoraggiamento, clown antidepressivo, terapeuta naturale per la riabilitazione fisica e sociale .

Da un'analisi della letteratura scientifica internazionale condotta dal Centro Studi Senior Italia emerge che i possessori di cani hanno il 57% di probabilità in più di svolgere attività fisica rispetto a chi non ne ha. Praticare sport con il proprio animale domestico può essere di grande stimolo.

Ricercatori californiani hanno sottoposto un questionario a circa un migliaio di proprietari di cani. Tra quelli che hanno risposto, due su tre hanno dichiarato di occuparsi personalmente dell'uscita obbligata, il 64 per cento di loro raggiungevano senza accorgersene i livelli di attività fisica raccomandati per prevenire le malattie del cuore e della circolazione da due importanti società scientifiche mediche come l'American College of Sports Medicine e l'American Heart Association.

Katherine Hoerster, che ha coordinato l’inchiesta, conosce bene, in quanto psicologa ed esperta di salute pubblica, la difficoltà di modificare stili di vita non corretti, come la sedentarietà: «Rispetto ad altre modalità di promozione dell'attività fisica in cui la persona non intravede alcun obiettivo e prima o poi abbandona il programma consigliato, l’avere un cane ha il vantaggio di fornire una motivazione precisa e inderogabile, da mantenere necessariamente a tempo indeterminato».

STRUMENTO DI PREVENZIONE - Negli Stati uniti quasi quattro famiglie su dieci hanno almeno un cane. In Italia la tendenza ad avere in casa l’animale è meno diffusa: una stima del Ministero della Salute ne conta circa 7 milioni. Molti ci rinunciano proprio per non avere la schiavitù della passeggiata, mentre magari investono denaro in corsi e palestre per mantenersi in forma. Basta invece passare al canile per rimettersi in forma. E chi il fedele compagno ce l’ha già, non deve maledire le fredde serate in cui è costretto a portarlo a spasso, ma essergli grato per il guadagno di salute che gli procura, costringendolo a praticare ogni giorno l’attività fisica che gli occorre.

I cani, infine, sono tra i principali protagonisti della pet therapy, utilizzata come supporto nell'assistenza a disabili, non vedenti, a chi soffre di autismo o altre condizioni e patologie invalidanti.

Uno studio dell'associazione American Humane sui benefici della presenza di un cane all'interno di famiglie con giovani pazienti ricoverati a causa di cancro, ha dimostrato che la presenza di un animale può dare supporto ed influenzare positivamente l'intero nucleo familiare e i giovani pazienti che affrontano i percorsi di cura.










a cura di Angela Ferracci e

Antonio Caldarola, psicologo e psicoterapeuta






Fonte: www.today.it/animali/cane-aiuta-vivere-meglio. e www.corriere.it/salute/cardiologia

INDIRIZZO

Viale Dell'Appennino 43

Forlì, 47121

+39 393 3294373

COME TROVARCI
  • Instagram
  • Facebook Icona sociale